Apricena

Cena di Cinghiale|Motto della Città di Apricena tratto dall’epigrafe della lapide, risalente al XIII secolo, incastonata nella Torre dell’Orologio, che al primo rigo riporta la frase “Cena dat et aper nomen tibi Apricina”, con riferimento alla leggenda che fa risalire la fondazione della città per volere di Federico II: si narra infatti che l’imperatore Federico II ivi decise di far intavolare un ricco banchetto a base di carne di un enorme cinghiale da lui cacciato nei boschi circostanti e far erigere nello stesso luogo una sua residenza.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: